Il nostro Mondo Piccolo

Questa mattina è uscito sul Corriere dell’Umbria un articolo di Silvana Leoni che fa riferimento alla nostra nicchia culturale, patrimonio architettonico italiano, considerato il più piccolo esistente per la completezza degli elementi ed il pregio stilistico di un vero Teatro goldoniano di fine 1700.
Un gioiello incastonato fra le verdi colline umbre che rappresenta motivo di stupore e orgoglio per quanti vengono a visitarlo e lasciano che la sua intimità evochi loro calore e senso di appartenenza… in uno spirito di Concordia!
È qui che Serena ed io negli ultimi dodici anni abbiamo collaborato con entusiasmo alle attività associative, apportando le nostre peculiarità e competenze diversificate e facendone pratica sul campo.
Un piccolo polo aggregativo sociale che ci ha visto crescere.
Qui, il prossimo 12 aprile alle ore 17, Valerio Millefoglie presenterà “Mondo Piccolo, Spedizione nei luoghi in cui appena entri sei già fuori”, il suo libro edito Laterza che fa riferimento a tutti i luoghi più piccoli che lo hanno emozionato in giro per il globo.
Una parte del suo capitolo L’Operetta, dedicato al Teatro della Concordia, lascia che sia una voce l’attrice principale del palcoscenico, una voce trasversale al passaggio dei secoli e che può identificare ognuno di coloro che l’hanno calcato, per professione o per diletto, ognuno di noi che si è emozionato vivendolo:

“C’ero quando c’eravamo io, la soprano Antonietta Stella e Gina Lollobrigida, c’ero anche ai veglioni con tutto il paese dentro, così mascherati però non ci si conosceva più tutti, pareva un altro paese, un altro mondo, chi erano quelle persone?”

E sono certo, in quella voce ci siete anche tutti voi.

Serena Brenci Pallotta e la sua attività per il Teatro della Concordia

This entry was posted in Emozioni #teatropiccolo and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*